Artigiani

  • 67/CENTO

    67/CENTO

    manufacturer_21_1.jpg?time=1616350458

    L’ispirazione per la produzione di Gin di questa piccola distilleria abruzzese è arrivata durante una visita ai giardini botanici del parco nazionale della Majella, terra d’origine di una grande varietà di piante.

    Riccardo e Tommaso, i proprietari, ispirati dal patrimonio erbaceo dell’Abruzzo, hanno deciso di celebrarlo all’interno dei loro prodotti.

    I Gin di 67/cento presentano sfumature diverse, da toni fortemente erbacei e balsamici, a gusti più rotondi e floreali.

    Il giardino botanico annesso alla distilleria propone la stessa varietà di piante utilizzata per la produzione dei gin che il territorio circostante offre.

    La celebrazione del territorio è presente oltre che nel gusto e l’aroma che caratterizza i prodotti, anche nel logo che richiama una delle 99 fontane storiche presenti nella città dell’Aquil

  • Anonima Distillazioni

    Anonima Distillazioni

    manufacturer_26_1.jpg?time=1618494338

    La distilleria Anonima Distillati si trova a Gubbio in Umbria e nasce dall’intento di creare un luogo dove poter produrre una linea di gin e infusi secondo antiche tradizioni. I fondatori attraverso un grande alambicco, definito il cuore della distilleria, partendo dall’intuizione di riscoprire l’antica ricetta dell’Aquamirabilis, una medicina rinascimentale a base di ginepro, producono con materie prime di altissima qualità gin, il cui principale ingrediente proviene dall’appenino umbro-toscano, territorio che ne conferisce il miglior ambiente possibile per lo sviluppo. Ogni produzione è svolta all’insegna dell’artigianalità, dove viene seguita ogni fase della distillazione in maniera accurata e dove dalla ricerca delle materie prime fino all’etichettatura ogni processo viene fatto a mano.

  • Birrificio dei castelli

    Birrificio dei castelli

    manufacturer_22_1.jpg?time=1616237643

    Birrificio pluripremiato in Italia e all’estero, nasce nel 2012 dall’esigenza di 2 birrai, Giovanni e Roberto, di infondere in un prodotto proprio tutta la loro passione.

    Grandi appassionati e soprattutto grandi bevitori, così amano definirsi, applicano la stessa passione nella ricerca di materie prime di qualità, e nella produzione nel rispetto della tradizione brassicola.

    Il Birrificio dei Castelli può essere considerato dunque un laboratorio in continua evoluzione che realizza ogni birra con estrema cura, decisamente espressa in ogni aspetto. Dalla qualità del prodotto alla bellezza delle etichette.

    Si trova nelle Marche, in provincia di Ancona, precisamente ad Arcevia.

  • Birrificio della Granda

    Birrificio della Granda

    manufacturer_15_1.jpg?time=1616238890

    Il Birrificio della Granda di Cuneo nasce dalla passione e l’amore di Ivano per la birra artigianale, che inizia a produrla da homebrewer nel 2009 aggiungendo nel tempo competenze e tecniche sempre più sofisticate.

    Nel 2011 nasce ufficialmente il birrificio che vede nella poliedrica figura di Ivano non solo un birraio di indiscusso talento ma anche quella di un distributore e un grafico che realizza da solo le sue etichette. Col passare del tempo arrivano i premi, viene ampliata la produzione, la sua squadra e le collaborazioni con altri artigiani.

    Molto importante per i protagonisti di questo progetto è la coesione e la collaborazione di un gruppo che va via via infoltendosi: quello dei birrifici artigianali italiani ed esteri, mossi dagli stessi ideali e da una profonda e radicata fiducia nei confronti di un prodotto di qualità che valorizzi sempre più il territorio ed un settore in continua espansione.

  • Birrificio Sabino

    Birrificio Sabino

    manufacturer_11_1.jpg?time=1616243086

    ll progetto del Birrificio Sabino nasce nel 2016 dalla passione e dal desiderio di indipendenza di due giovani amici che, cominciando con un pentolone, un pugno di malto d’orzo e tanta buona volontà, si sono trovati presto catapultati nel meraviglioso mondo dell’homebrewing.

    La curiosità e la smania di sapere, l’infinito ciclo di cotte e sperimentazioni caratterizzate da una attenta cura dei dettagli supportata da un assiduo e instancabile studio dei processi di produzione, la scelta di materie prime di qualità e tanta ambizione hanno fatto il resto.

    L'idea di fare della passione un lavoro, la voglia di partecipare alla rivalutazione del territorio di origine, la Sabina, dalla quale prende nome il birrificio non sono meno importanti dell'obiettivo principe del lavoro di "diffusione del verbo" ossia il far conoscere ed apprezzare a tutti la birra artigianale di qualità. Su binari paralleli viaggia il desiderio e la voglia di lavorare sempre in modo serio e professionale non perdendo mai di vista lo spirito goliardico con il quale nasce il birrificio Sabino.

  • Canediguerra

    Canediguerra

    manufacturer_4_1.jpg?time=1616239587

    “La passione è il motore fondante di ogni progetto”, è la frase che meglio sintetizza il credo di Alessio Gatti, fondatore insieme ai suoi tre amici e oggi soci Diego Bocchio, Roberto Grassi e Vittorio Sacchi, del birrificio Canediguerra.

    Tra i primi che ormai vent’anni orsono hanno creduto che la birra artigianale potesse modificare l’offerta ritagliandosi un importante ruolo sociale e culturale nel vasto panorama della birra, sono anche coloro che ne difendono a spada tratta la tutela della qualità senza sottomettersi alle esigenze e le oscillazioni del mercato.

    I prodotti di questo birrificio si rifanno agli stili della tradizione, che vengono reinterpretati senza stravolgerne i dettami. O talvolta rivisitati in totale libertà. La profonda conoscenza di quanto viene prodotto e dei processi sottostanti, la diversificazione dei ruoli ritagliati ad hoc sulle proprie competenze e abilità costituiscono quei punti di forza che fanno la differenza.

  • Cantavitae

    Cantavitae

    manufacturer_19_1.jpg?time=1616350809

    L’azienda CantaVitae è una piccola realtà che sorge per la precisione a Marano.

    Grazie al lavoro di un giovane ed esperto agronomo ed enologo, Michelangelo Schiattarella, il vino che viene prodotto è il tripudio di uno studio molto attento e di un’attività volta a garantire l’artigianalità della produzione.

    L’azienda coltiva Falanghina, Aglianico e Primitivo da cui nascono tre tipologie di vino assolutamente pregiate.

    Le uve prodotte e lavorate in questo vitigno sono molto antiche, con una qualità e degli aromi arricchiti dall’aria che proviene dal mare.

  • Casa Belfi

    Casa Belfi

    Casa Belfi nasce dalla stretta collaborazione tra il produttore Albino Armani e l'enologo Maurizio Donadi che a San Polo di Piave (Treviso) hanno individuato il naturale teatro per questo ambizioso progetto di recupero delle storiche tradizioni enologiche trevigiane e di rivisitazione di antiche metodologie di produzione. E lo fanno all'insegna di una meticolosa artigianalità, che non prevede l'uso di fitofarmaci sistemici nè chimica nè tecnologia.

  • De Dolle Brouwers

    De Dolle Brouwers

    De Dolle Brouwers è un birrificio belga ubicato a Esen, un piccolo paese di soli 1937 abitanti a pochi chilometri da Diksmuide, nelle Fiandre Occidentali. L'edificio che ospita il birrificio esiste dal 1835 e si porta dietro una lunga storia grazie anche allo storico fondatore e medico locale Louis Nevejan. Alla sua morte, nel 1882, il birrificio (e al tempo anche distilleria) fu venduto alla famiglia Costenoble che lo portò avanti per ben tre generazioni. Solo nel 1980 il birrificio venne nuovamente acquistato, restaurato e rimesso in funzione con il nome De Dolle dall’attuale proprietario Kris Herteleer.

  • East side

    East side

    manufacturer_25_1.jpg?time=1618476632

    Eastside Brewing è un birrificio artigianale situato nella città di Latina (Lazio). Il progetto prende vita nel 2013 grazie alla passione di Luciano e all’intuito di Alessio che da subito crede nelle potenzialità dell’amico birraio, di lì a breve il team si completerà con altri tre soci: Tommaso, Fabio e Cristiano.

    Il percorso nel mondo della birra artigianale parte dalla creazione di una brew firm.  In virtù del buon consenso ottenuto con le vendite e nel corso di eventi importanti e grazie alla crescita della domanda di birra artigianale sul territorio nazionale, a fine 2014 la East Side decide di fare “il grande salto” aprendo un vero birrificio. A metà 2015 di fatto nasce il birrificio Eastside Brewing.

    Il cammino di Eastside Brewing è frutto di una lunga serie di esperienze e sperimentazioni che nel tempo hanno portato alla creazione di birre dalla forte connotazione aromatica. L’amore per la tradizione unito alla voglia di sperimentare nuovi ingredienti e tecniche di produzione, ma soprattutto la ferma volontà di essere originali, è evidente in tutte le ricette.

  • Hammer

    Hammer

    manufacturer_5_1.jpg?time=1616239989

    Hammer nasce nel 2015 dalla passione per la birra di Fausto Brigati, che accomuna tutta la famiglia e nella fattispecie lega i soci fondatori Roberto Brigati e Angelo Brigati con un obiettivo comune: “…FARE BIRRA DI QUALITA’!”.

    Il progetto si basa sulla produzione di birre originali, di carattere, le cui peculiarità sono la qualità e la bevibilità per abbracciare e dialogare con lo scenario mondiale, rispondendo con l’eccellenza alla richiesta del meglio nel campo birrario. Freschezza, i più alti standard qualitativi, artigianalità e spirito innovativo caratterizzano tutte le birre di produzione Hammer.

    Stili birrari unici, caratterizzazione del prodotto con una grandissima attenzione alla cura del dettaglio, ma soprattutto in un’ottica assolutamente moderna Hammer vuole presentare la naturale evoluzione dell’artigianalità manuale attraverso un prodotto esclusivo e di alta qualità.

  • Honey Monkey

    Honey Monkey

    manufacturer_6_1.jpg?time=1616240244

    Siamo a Francavilla in Sinni, nel Parco Nazionale del Pollino: è qui che nel 2017 nasce il birrificio HoneyMonkey ovvero miele di scimmia; un nome particolare ma dalla spiegazione semplice.

    Infatti, così come le api producono il miele, allo stesso modo le “scimmie evolute” producono bevande fermentate in maniera del tutto spontanea, praticamente da sempre. La nascita della civiltà si intreccia strettamente con la storia della birra e soprattutto con il bisogno di socializzare insito nell’uomo.

    Nella gamma delle birre attualmente prodotte trova ampia espressione la tendenza luppolata, prediligendo lo stile India Pale Ale in differenti declinazioni.

  • Il Conte Gelo

    Il Conte Gelo

    manufacturer_13_1.jpg?time=1616240472

    Il birrificio nasce per iniziativa di Paola, Andrea e Alex, la famiglia Conte-Gelo. L’idea di avviare una propria produzione di birra inizia a svilupparsi nella seconda metà del 2013, sostenuta da una passione sempre crescente verso la buona birra e alimentata da incontri ispiranti e svariati viaggi verso mete “birrarie”.

    Il birrificio vede la luce nel 2014 a Vigevano, città natale della famiglia, che oltre a viverla attivamente tende a risaltarla con la presenza di un’attività imprenditoriale che la valorizza e la rende il luogo ideale dove intraprendere questa avventura!

    Il birraio è il giovane e promettente Davide Farioli, entrato nel team a luglio 2019 dopo diverse esperienze in birrifici di alto livello e una laurea in biotecnologie, che gli assicurano un approccio scientifico ad ogni fase del processo per garantire qualità e costanza ai prodotti.

  • Loverbeer

    Loverbeer

    manufacturer_7_1.jpg?time=1616241146

    Il birrificio Loverbeer nasce dalla grande passione per la birra, per l’innovazione e per le materie prime di qualità. Il birraio, Valter, ama sperimentare e caratterizzare in modo sempre più innovativo le sue produzioni, utilizzando materie prime offerte dal territorio in cui opera, come l’uva Freisa torinese, l’uva Barbera d’Alba o la susina damaschina della Valle Bronda.

    Il prodotto che crea ha la capacità di sorprendere anche i palati più curiosi, è particolare, talvolta estremo, e caratterizzato da armonie di sapori e profumi che si bilanciano tra loro.

    Tutto ciò conduce ad un’attenta ricerca che va alle origini dei più autentici stili birrari ai quali la produzione si ispira, e a tal scopo Loverbeer si affida solo ad aziende agricole d’eccellenza, capaci di integrare metodi antichi e tecnologie moderne, nel pieno rispetto dell’ambiente e della qualità del prodotto. La cura e l’attenzione poste durante l’intero processo produttivo garantisce un risultato di alta qualità.

  • Mukkeller

    Mukkeller

    manufacturer_17_1.jpg?time=1616241416

    Il Birrificio familiare Mukkeller nasce nel 2010 grazie all’ingegno e la passione del birraio Marco Raffaeli, alias “Mukka” che partendo da un pentolone di birra fatta in casa è cresciuto in maniera esponenziale, così come la qualità dei suoi prodotti. Il birrificio artigianale si trova nelle Marche, terra di sapori e di materie prime sapientemente espresse nelle birre che produce.

    Marco, insieme a Fabio, conosciuti come i “fratelli Mukka”, portano avanti il lavoro e le sorti di questo straordinario birrificio creando ricette bilanciate, ingredienti selezionati, procedimenti attenti e precisi che li hanno condotti verso successi e premi prestigiosi.

    La qualità delle materie prime, la ricerca sapiente della giusta combinazione di aromi e sapori, fanno sì che queste birre esprimano quanto di più sano e genuino una birra possa esprimere, e la passione, la dedizione e non per ultime la grande simpatia e umiltà, si sono uniti negli anni agli ingredienti più classici e conosciuti di una buona birra.

  • Muttnik

    Muttnik

    manufacturer_8_1.jpg?time=1616241548

    Muttnik nasce in un garage, attorno ad un agglomerato di pentolame, tubi e tanta ostinazione, un angusto laboratorio alle porte di Milano, quartiere popolare Satellite di Pioltello, come fosse un suq dai colori e dai profumi più disparati.

    Da homebrewer a beerfirmer, il passo è stato breve e fulmineo: pur non essendo proprietario degli impianti, Lorenzo, il birraio, in ogni birrificio in cui ha operato ha sempre prestato la massima attenzione ad ogni fase del processo produttivo. Negli stessi anni, pur essendo una beerfirm, ottiene diversi riconoscimenti e premi per le sue prime birre.

    Nel 2019 decolla: inizia l’avventura che lo ha portato, insieme ai suoi soci, all’acquisizione integrale del Birrificio Opera di Pavia, dove già operavano come beerfirmer prima e dipendenti in seguito. Muttnik, dunque, vive ora una nuova fase, ricca di stimoli e di responsabilità da non sottovalutare, da affrontare con la stessa sfrontata semplicità che è possibile trovare nelle sue birre.

  • PBN - Piccolo Birrificio Napoletano

    PBN - Piccolo Birrificio Napoletano

    manufacturer_2_1.jpg?time=1616241924

    Piccolo Birrificio Napoletano nasce dall’incontro di un mastro birraio e due publican che condividono la stessa passione per il mondo della birra artigianale, un mondo, ai tempi della sua fondazione, nel 2017, ancora poco conosciuto all’interno della cornice partenopea, da cui, tuttavia respira fortemente la sua pregnante cultura e la sua indiscutibile tradizione.

    Di continua ispirazione, dal nome delle birre, alle grafiche delle etichette, quella stessa città di Napoli che cela i suoi più grandi misteri in una dimensione parallela e sotterranea, che sale verso la superficie come la schiuma della birra, che nasconde, solo apparentemente, un gusto autentico, dando vita a un equilibrio sensazionale.

    Non solo i napoletani bevono birre PBN, che di recente hanno girato non poco attraverso lo stivale, raccogliendo consensi ed estimatori per la loro qualità, frutto di una costante e sapiente ricerca di materie prime di pregio che ben incarna lo spirito dell’artigianalità unito alla classica tradizione birraia.

  • Piccolo Birrificio Clandestino

    Piccolo Birrificio Clandestino

    manufacturer_14_1.jpg?time=1616242142

    La produzione comprende una linea di prodotti continuativi, sempre disponibili, che abbraccia sia stili di ispirazione anglosassone che belga e tedeschi, una linea di birre affinate in legno, caratterizzate dai sentori e profumi acidi, e una linea di birre “one shot”, figlie della stagionalità e di collaborazioni con altre realtà birrarie.

    Birre espressive e di carattere che uniscono la piacevolezza e la facilità di bevuta alla continua ricerca ed innovazione, legate a doppio filo sia alla realtà territoriale labronica che alle realtà esterne, che hanno permesso negli anni di collaborare anche con altre realtà brassicole ed ottenere premi e riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

  • PicoBrew

    PicoBrew

    manufacturer_9_1.jpg?time=1616242282

    La passione di Pietro inizia nel periodo liceale con l’autoproduzione di birra tra le mura domestiche che cresce fino a diventare il tema della tesina di maturità e la scelta dell’università: Scienze e Tecnologie Alimentari presso l’Università degli Studi di Milano

    Lo studio accademico permette a Pietro di acquisire le competenze teoriche necessarie per l’attività di birraio che si affiancano a quelle più pratiche acquisite con lo studio da autodidatta e con un tirocinio presso un importante birrificio italiano.

    Con l’aumentare delle competenze aumenta anche la produzione che si sposta in un impianto professionale da 100 litri situato a Cisliano (MI): al PicoBirrificio nascono le prime birre PicoBrew destinate alla vendita.

  • Ritual Lab

    Ritual Lab

    manufacturer_18_1.jpg?time=1616242812

    Il Ritual Lab è una realtà artigianale, il cui obiettivo è l’eccellenza in campo brassicolo senza alcun compromesso. La massima attenzione alla freschezza ed alla qualità delle materie prime, il rispetto per la tradizione ed allo stesso tempo uno sguardo verso le nuove tecniche produttive sono le basi sulle quali ruota tutto il processo operativo.

    Ritual Lab produce birre non filtrate, non pastorizzate, senza aggiunta di nessun additivo; birre di carattere che sintetizzano tecnica birraia e passione. La contaminazione tra il mondo della birra e l’amore per l’arte, soprattutto contemporanea è il punto di unione tra questi due mondi che guida la ricerca brassicola e la creazione di nuove ricette in un processo a stretto contatto con la ricerca di nuovi artisti: Pittori, scultori, performer pronti a collaborare per entrare a far parte di questa poliedrica realtà.

    Così inizia il progetto “Birra e Arte” ogni birra corrisponde ad un’opera originale firmata e creata appositamente per la collezione del birrificio. Ogni etichetta ha un’anima, una storia ed è legata fortemente al prodotto che veste.

  • Rossi D'Angera

    Rossi D'Angera

    La distilleria Rossi d’Angera nasce nel 1847 grazie a Bernardo Rossi, abile falegname che lavorava ad Angera, piccolo borgo in Provincia di Varese sulle splendide rive meridionali del Lago Maggiore, allora al confine tra l’impero Austroungarico e il regno piemontese dei Savoia.

    In quell’anno ci fu un abbondante raccolto di uve e molti cittadini locali utilizzarono le eccedenze per produrre grappe e distillati; così fece anche Bernardo Rossi utilizzando poi delle botti, costruite da lui stesso, per far riposare il distillato.

    Nell’arco di pochi anni, la domanda per i suoi distillati aumentò così tanto da portare Rossi ad acquistare e utilizzare nel 1870 i primi alambicchi in rame a fuoco diretto, capaci di garantire l’alta qualità del prodotto e al contempo una quantità adeguata alla domanda del mercato.

    La distilleria passò poi in mano al figlio, Carlo Rossi, che rinominò la distilleria “Fratelli Rossi” e continuò la produzione di grappa con gli stessi metodi artigianali del padre. A Carlo subentrò il figlio Arturo Rossi il quale fu in grado di espandere la rete di distribuzione oltre le sponde del lago Maggiore. La sua passata esperienza presso la fabbrica Zoia di Arona, che allora produceva aromi, essenze e cognac francese, gli permise di applicare nuove tecniche di invecchiamento in barrique e di distillare nuovi liquori a base di erbe, radici e frutta.

  • Tenuta Ca' Sciampagne

    Tenuta Ca' Sciampagne

    manufacturer_24_1.jpg?time=1616664268

    La tenuta Ca’ Sciampagne lavora solo uve di propria produzione nel più totale rispetto della tradizione, senza l’aggiunta di coadiuvante, con lieviti indigeni a fermentazione spontanea, senza chiarificazione, filtraggio e con imbottigliamento manuale.

    Gli ingredienti principali dei vini prodotti da questa tenuta sono dunque considerati a tutti gli effetti l’uva e il tempo, che insieme sono i fautori della qualità riscontrabile in questi prodotti.

    Le tecniche di vinificazione sono quelle tradizionali, dalla raccolta e la selezione manuali, alla diraspatura e pigiatura.

    La degustazione dei vini di questa tenuta offre un assaggio rappresentativo di un territorio, Montefeltro, terra di storia e tradizione.

  • Turin Vermouth

    Turin Vermouth

    manufacturer_20_1.jpg?time=1616350919

    Il nome Turin Vermouth trae origine dalla storicità del prodotto, il Vermouth per l’appunto, che affonda le sue radici nel 1786, e che viene prodotto con ricette famigliari tradizionali piemontesi.

    Torino, città liquoristica per eccellenza, invidiata ai tempi in tutto il mondo per la sua esclusiva e radicata produzione di Vermouth, è il luogo in cui nasce questa azienda, che ancora opera nel rispetto e nei luoghi della tradizione.

    La combinazione di sapori e aromi, la scelta delle erbe, la ricerca costante di un giusto equilibrio tra innovazione e tradizione sono presenti e caratterizzano la produzione di Turin Vermouth.

  • Vulcanica

    Vulcanica

    manufacturer_29_1.jpg?time=1623231745

    La Sicilia, si sa, è una terra magica, isola dai mille risvolti, capace di essere accogliente e aspra allo stesso tempo, solare e cruenta, dolce e amara. Una terra di confine, geograficamente appartenente al Vecchio Continente e all’Italia nello specifico, geologicamente più vicina al Continente Nero che all’Europa.
    Lungo le pendici dell’Etna prende forma “Vulcanica”, inimitabile e ineguagliabile Vodka siciliana, distillata esclusivamente lavorando i grani siciliani coltivati nell'abbraccio dell'Etna. Nasce in questa maniera la prima Vodka nel suo genere: una Vodka che vede ogni singolo lotto realizzato a mano, curato artigianalmente con meticolosa dedizione, creato per raggiungere la massima espressione della campagna siciliana. Una Vodka che è figlia di un processo di distillazione metodico e accurato, messo in piedi estrapolando solo i più puri aromi e i più veri sapori dei grani tradizionali dell'isola.
    “Vulcanica” è la prima vodka prodotta solo ed esclusivamente a base di grani antichi di Sicilia, ottenuta usando varietà che hanno una storia più che millenaria e che sono state recentemente riscoperte per le loro eccezionali qualità. Viene distillata e successivamente sottoposta a una filtrazione leggera, tale da mantenerne inalterati i sapori delle materie prime utilizzate e in modo da plasmare un carattere unico senza pregiudicarne la mixabilità.
    Il risultato è dato da un distillato che regala l’essenza di una terra sorso dopo sorso: una Vodka da scoprire in tutto e per tutto. A chi pensa che ogni Vodka sia uguale alle altre, suggeriamo di assaggiarla liscia e ghiacciata.

  • Zaccagnini

    Zaccagnini

    manufacturer_30_1.jpg?time=1623932282

    L'azienda sorge in una distesa unica nel territorio di Staffolo, dove le colline formano un anfiteatro naturale. Una combinazione di Terre: argillose, tufiche e salmastre; ricche di sali e di minerali. Un ottimo microclima originato dalla singolare posizione del terreno rispetto alla linea della costa. Elementi che permettono ai nostri vigneti un alto standard di prodotto sia in termini di qualità che di sapore, grazie anche alla formazione di muffe nobili, dono della natura per produrre i vini migliori. La protagonista è Rosella che con la sua passione per il vino ha seguito l’esempio dei genitori Mario e Lidia che dal 1970 si prendono cura dei terreni di casa. Una passione che Rosella e Franco, suo fratello, hanno saputo condividere e rinnovare cogliendo con abilità, intuito e intelligenza i decisi segni di una vigorosa natura, per gettare nuove geometrie in costante divenire.